Home


Fiumefreddo Bruzio si trova sulla costa del Mar Tirreno nella parte meridionale della provincia di Cosenza, confinante con la Falconara Albanese a nord e Longobardi Marina a sud.

La città ha una superficie di circa 30 chilometri quadrati e, sebbene prevalentemente collinare, è caratterizzata da notevoli differenze morfologiche. Inizia infatti al livello del mare, salendo bruscamente e poi gradualmente, fino a raggiungere i 1500 metri, poco prima della vetta del Monte Cocuzzo, la montagna più alta delle montagne costiere al 1541. Il territorio è costituito da appezzamenti montuosi e collinari. Nell’entroterra è ricco di querce, castagni e motelle, sotto le quali crescono piante officinali e aromatiche spontanee come menta, origano, felci e radure dove pascolano liberamente bovini e ovini.

Le due falangi collinari partono dal massiccio, separate da una stretta vallata fluviale, in fondo alla quale scorre un tipico fiume appenninico, caratterizzato dapprima da cime tondeggianti e poi terminante a forma di altopiano nella parte più alternativa del mare, In uno dei borghi medievali che compongono il centro storico di Fiumefreddo; in questa zona, dove domina la macchia mediterranea, sono presenti numerosi uliveti e vigneti e frutteti. Infine, dalle pareti dei due altipiani che scendono ripidamente al livello del mare, si estende un terreno pianeggiante, prevalentemente di natura alluvionale, che si estende per diverse centinaia di metri tra colline e spiagge, sorto solo di recente. I piccoli paesi come ‘Stazione’, ‘Scarlo’ e ‘Regione’ si prestano principalmente all’accoglienza e alla promozione del turismo balneare.

Storia
Nel 1975 il pittore siciliano Salvatore Fiume si offre libero di rivitalizzare il centro storico del paese. Tra il 1975 e il 1996 dipinge alcune pareti interne ed esterne del castello semidistrutto e nel 1977 la cupola della Chiesa di San Rocco. Successivamente, negli anni Novanta, colloca una statua in bronzo in ciascuna delle due piazze di Fiumefreddesi prospicienti il ​​mare.

Monumenti e luoghi di interesse
edificio religioso
La chiesa principale di Santa Maria ad Adnexis (l’attuale edificio del principale luogo di culto del paese fu ultimato nel 1674, sul portale principale è incisa la data. Da notare che, oltre ad alcune pitture interne, sono presenti due portali di il XVII secolo);
Chiesa di San Francesco di Paola;
Chiesa della Vergine Maria;
Chiesa di Torre Adorola;
Chiesa di San Rocco (piccola chiesa di San Rocco su piedistallo esagonale edificata nel 1700; si trova sulla cinta muraria del paese, accanto a Porta di Mare);
L’ex convento dei Frati Minimi (ora municipio);
Palazzo Zupi (ex Abbazia delle Clarisse).
Abbazia di Fonte Laurato (Loc. Badia);
Chiesa di Santa Rita (Loc. Vardano);
Chiesa di San Michele (zona stazione).